News Marche da marchenotizie.info

News Marche da marchenotizie.info

#cronaca #Marche #marchenotizie.info

Urbino
“Regione Marche inadempiente per il diritto all’aborto legale, sicuro e gratuito”

Interruzione volontaria di gravidanza, aborto, legge 194

Metodo farmacologico disponibile solo in poche strutture e solo fino a 7 settimane di gestazione invece che fino a 9 come nel resto d’Italia, obiezione di coscienza, rete consultoriale in sofferenza per mancanza di personale e strumenti, presenza di associazioni antiabortiste nei consultori. Nella Regione Marche inadempiente sul diritto all’aborto legale, sicuro e gratuito, si annunciano iniziative per martedì 18 giugno, quando il Consiglio regionale ha calendarizzato all’ordine del giorno la discussione su questi temi, oggetto di un’interrogazione e di un’interpellanza del Partito democratico. Nel pubblico saranno presenti l’Associazione dei ginecologi territoriali (Agite), Aied Ascoli Piceno, l’Associazione ginecologi non obiettori (Laiga) e Pro-choice rete italiana contraccezione aborto, con la rete femminista Marche Molto+di194 che indice anche un presidio nel piazzale antistante la sede del Consiglio, in Piazza Camillo Benso di Cavour, 23 ad Ancona. All’ordine del giorno della seduta è in discussione l'interrogazione n. 1185, giĂ  presentata il 18 aprile 2024 che chiama in causa la Giunta regionale e l’Assessore competente su “interruzione volontaria di gravidanza con mifepristone e prostaglandine, in regime ambulatoriale o di Day Hospital e mancato recepimento linee di indirizzo del Consiglio Superiore di SanitĂ  del 12/08/2020”. Nel testo dell’interrogazione, a prima firma della consigliera Pd Manuela Bora, si sottolinea che “la quota di IVG farmacologica nelle Marche (20,7%) è meno della metĂ  della media nazionale (47,3%), con forte variabilitĂ  tra punti IVG”. E’ calendarizzata anche un’interpellanza sulle ModalitĂ  di applicazione della legge 194/1978 con particolare riferimento alla presenza delle associazioni c.d. “pro-vita” nei consultori. “L’accesso all’IVG nelle Marche non è complicato solo dalla indisponibilitĂ  del metodo farmacologico oltre la 7 settimana, ma anche dai livelli di obiezione di coscienza nei consultori e negli ospedali, come mostrano i dati che abbiamo ottenuto dalla Azienda sanitaria regionale con una specifica richiesta di accesso agli atti”, dichiara Marte Manca, attivista trans-femminista di Pro-choice RICA (rete italiana contraccezione aborto). Quanto ai consultori, oggetto dell’interpellanza, “in riferimento all'anno 2023, su 66 consultori familiari meno della metĂ  rilasciano le certificazioni IVG, cioè 27. In base alla legge 194, l’obiezione di coscienza è consentita solo sulla procedura abortiva e non per ciò che la precede o la segue e dunque non dovrebbe essere permessa in consultorio. Eppure, in 7 sedi consultoriali il personale è al 100%, in 18 sedi lo è dal 40% al 67%, in 13 sedi la percentuale va dal 20% al 33 %. Solo in 9 sedi non c’è personale obiettore”. Quanto agli ospedali, a Fermo e Jesi l’obiezione di coscienza è al 100%, a Senigallia, Civitanova e Fano tra l’80% e il 90%, solo ad Ancona e Urbino è sotto al al 30%. “L'8 marzo 2022 è stata inviata una diffida da parte di oltre 20 associazioni ed entitĂ  per chiedere l'applicazione delle linee di indirizzo del 2020, senza che questa abbia prodotto alcun riscontro” fa notare la Rete femminista Marche Molto+di194. La Regione, nonostante la massiccia letteratura scientifica internazionale e le linee di indirizzo ministeriali, in campo di IVG farmacologica è ancora in fase di sperimentazione, dal 2016. Nel 2024, dopo 8 anni, siamo ancora qui ad aspettare: perchĂ© l'IVG farmacologica in Day Hospital con un solo accesso e/o in consultorio non avviene in tutte le Marche?  da Moltopiudi194 Rete Femminista Marche Data articolo: Sat, 15 Jun 2024 05:00:56 +0000
Urbisaglia
Presentata la 26° edizione di TAU – Teatri Antichi Uniti

Manifesto TAU 2024

Regione Marche, AMAT – circuito multidisciplinare di teatro, musica, danza e circo contemporaneo delle Marche –, MiC e 14 Comuni del territorio – Ancona, Ascoli Piceno, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Falerone, Fano, Macerata, Monte Rinaldo, Pesaro, Porto San Giorgio, San Severino Marche, Senigallia, Sirolo, Urbisaglia – rinnovano l’appuntamento con il TAU/Teatri Antichi Uniti, rassegna regionale di teatro classico che in un dialogo aperto, tra passato e presente, tra beni e attività culturali, offre l’opportunità di fruire i luoghi di interesse archeologico per la spettacolarizzazione restituendoli a un ampio uso. TAU Teatri Antichi Uniti è un prezioso scrigno che esalta le ricchezze archeologiche della regione e i contenuti di spettacolo, da ben 26 anni un fiore all’occhiello della scena nazionale. 32 appuntamenti in 14 incantevoli siti della regione per una proposta che spazia dalle migliori esperienze della scena nazionale ai lavori di talentuosi artisti Made in Marche. Si parte con un arguto viaggio ne Il romanzo della Bibbia, in cui uno scrittore e giornalista come Aldo Cazzullo, un attore e performer come Moni Ovadia e una eclettica musicista come Giovanna Famulari accompagnano gli spettatori, il 7 luglio all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia e il giorno dopo al Parco Miralfiore di Pesaro, in un viaggio che tocca alcuni degli episodi e dei personaggi più noti dell’Antico Testamento. Maria, il grande enigma della Cristianità, vergine e madre, corpo sensuale e spirituale, è al centro del testo di Giovanni Testori Interrogatorio a Maria interpretato da Maria Chiara Arrighini in scena nel suggestivo spazio dell’ex Chiesa di San Francesco di Fano l’11 luglio. Dal 12 al 14 luglio nell’Anfiteatro Romano di Castelleone di Suasa, è proposto un trittico di appuntamenti, all’interno di Insuasa Festival promosso da Collettivo Collegamenti, che attraversa le poetiche di Ovidio, Aristofane e Plauto. Si parte con una produzione di Teatro Koreja e Le Belle Bandiere, con la drammaturgia e la regia di Elena Bucci, dal titolo Herodies. Lettere di eroine del mito dall’antichità al presente, dove Ovidio immagina le eroine del mito intente a scrivere una lettera ai loro uomini, narrando di amore, abbandoni e tradimenti, per raccontare l’intero mito, ma anche per rivolgere una luce speciale e spesso ironica sul destino delle donne. Le Nuvole di Aristofane sono al centro dello spettacolo di Confine Zero, che mette in scena la storia eterna di un padre e un figlio che non si capiscono, di una famiglia oppressa dai debiti e di una risoluzione che ha dell’incredibile. L’ultimo appuntamento di Insuasa Festival, il 14 luglio, affronta I Menecmi di Plauto, dove il Collettivo Van coglie l’opportunità per approfondire la natura umana, l'apparente semplicità delle relazioni con gli altri e, di conseguenza, la necessità di ognuno di noi di riconoscersi tra il caos degli eventi e della vita. Metamorfosi, tratto dal poema di Ovidio, a cura dei performer e musicisti Munedaiko, in programma il 16 luglio all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia e il 17 al Parco Miralfiore di Pesaro propone una sorta di concerto di musica, corpo e parola capace di restituire la potenza visiva e sonora di cui il testo di Ovidio è ancora oggi sorprendentemente portatore. Emilio Solfrizzi è il travolgente interprete di Anfitrione, una delle commedie più celebri di Plauto, in scena il 22 luglio all’Anfiteatro Romano di Ancona, il 23 a Urbisaglia e il 24 nel Chiostro di San’Agostino di Ascoli Piceno. La tragedia sofoclea e le stragi della resistenza si fondono nel racconto di Antigone, eroina tragica a cui Ascanio Celestini dà voce nel suo Le nozze di Antigone, il 24 luglio alla Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio e il 29 nell’Area Archeologia Santa Maria in Portuno di Corinaldo. Enrico Lo Verso e Paola Quattrini, tra i più rappresentativi interpreti della scena artistica nazionale, raccontano, in Itaca per sempre, uno dei capolavori della letteratura mondiale, il viaggio dell’eroe omerico e il suo ritorno a Itaca, da una prospettiva nuova e assolutamente originale, il 4 agosto nell’Area Archeologica La Cuma di Monte Rinaldo. Il 6 agosto, nell’ex Chiesa di San Francesco a Fano e il 7 nel Chiostro di San’Agostino ad Ascoli Piceno, nel trentennale della strage di Capaci, Luciano Violante, magistrato e già Presidente della Camera dei Deputati, torna ad interrogarsi sul mito attraverso la figura di Medea, che nel suo peregrinare approda nella terra di Sicilia, un monologo straziante e sublime interpretato da Viola Graziosi e diretto da Giuseppe Dipasquale. L’ultima opera di Sofocle, rappresentata dopo la sua morte, Edipo a Colono, vede in scena Giuseppe Pambieri e sua figlia Micol, nel ruolo di Antigone, insieme ad un cast di ottimi attori, l’8 agosto all’Anfiteatro Romano di Ancona e il 9 al Teatro Romano di Falerone. La tragedia di Sofocle non solo racconta la complessità imperfetta e meravigliosa dell’essere umano, ma ribadisce il diritto all’accoglienza dello straniero e il rispetto delle sacre leggi dell’ospitalità. La creatività marchigiana trova la sua valorizzazione in una serie di appuntamenti denominati Tau Made in Marche che offrono spunti e riflessioni di grande valore, incrociando percorsi con altre realtà che operano nel territorio, come Collettivo Collegamenti per CollegaMenti Festival, Insuasa Festival e Radici Festival per spettacoli e conversazioni sui miti classici, Proscenio Teatro per Epos, i Teatri di San Severino diretti da Francesco Rapaccioni. Tre le lezioni-spettacolo a cura di Cesare Catà, che guida anche Paola Giorgi in un viaggio nelle immortali Heroides. E ancora, tra i protagonisti: Luca Violini, in un affascinante spettacolo di RadioTeatro, Filippo Mantoni, Francesca Berardi, Paolo Frigo, Andrea Fazzini e Andrea Pierdicca, Stefano Tosoni e Stefano De Bernardin, Gabriele Claretti e Geografie Teatrali. Il TAU si conferma anche occasione privilegiata per scoprire posti di antica bellezza. Ad arricchire la proposta per il pubblico, prima di molti spettacoli tornano gli AperiTAU. Passeggiate di storia, visite guidate gratuite alle aree archeologiche e ad altri luoghi di grande interesse culturale, naturalistico e archeologico. Informazioni complete su programma, biglietti e orari di inizi su www.amatmarche.net. Data articolo: Fri, 14 Jun 2024 16:13:26 +0000
Tribunale di Ascoli Piceno
Ferisce gravemente il fratello con quattro coltellate, 61enne arrestato a Monteprandone

Carabinieri, gazzella

Un uomo di 61 anni è stato tratto in arresto dai Carabinieri per aver accoltellato ripetutamente il fratello 53enne: il fatto ha avuto luogo nella serata di sabato 8 giugno nel territorio di Monteprandone. Al culmine di un'accesa discussione, scoppiata all'interno della casa dove entrambi vivono, il maggiore dei due fratelli avrebbe colpito l'altro con almeno quattro fendenti, ferendolo alla testa e alla schiena. L'uomo ha lasciato andare il coltello soltanto quando i militari intervenuti sul posto gli hanno rivolto contro il taser. Arrestato inizialmente con l'accusa di lesioni aggravate, il 61enne è stato poi accusato di tentato omicidio dal Gip del Tribunale di Ascoli Piceno in occasione dell'udienza di convalida. Si trova ora recluso nel carcere di Marino del Tronto. Data articolo: Fri, 14 Jun 2024 14:44:50 +0000
rapine
Furti e rapine a ripetizione a Porto San Giorgio, giovane finisce dietro le sbarre

Arresto, manette

Nei giorni scorsi si sono aperte le porte del carcere per un 19enne pregiudicato di origini marocchine, residente a Porto San Giorgio e già finito ripetutamente nei guai con la legge. A partire dallo scorso mese di gennaio, infatti, il giovane si è reso protagonista di diversi reati quali rapine, furti, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. In almeno due occasioni si è recato con un complice in altrettanti supermercati della zona, dove ha aggredito alcuni commessi per guadagnarsi la fuga dopo aver rubato dei prodotti dagli scaffali. In altre circostanze, mediante l'uso di coltelli e spray urticante, ha sottratto telefoni cellulari e oggetti di valore a diverse persone, prevalentemente ragazzi. Già più volte denunciato e finito in manette, vista la sua elevata pericolosità sociale il Gip del Tribunale di Fermo ha disposto nei suoi confronti la misura della custodia cautelare in carcere, poi applicata dai Carabinieri del comando di Porto San Giorgio. Data articolo: Fri, 14 Jun 2024 14:21:04 +0000
navigazione
Scatta anche su tutto il litorale delle Marche l’attività “Mare e Laghi Sicuri 2024”

Il gommone della Guardia Costiera di Ancona

Nella giornata del 15 giugno 2024 avrĂ  inizio l’attivitĂ  operativa estiva "Mare e Laghi Sicuri 2024" della Guardia Costiera che da piĂą di 30 anni vede le donne e gli uomini della Guardia Costiera al fianco di bagnanti, diportisti e subacquei che scelgono le coste, i mari e i laghi italiani per il proprio svago. Ma non solo: una particolare attenzione viene rivolta anche alla tutela dell’ecosistema marino e dell’ambiente a garanzia del regolare utilizzo della fascia costiera. Quest’anno l’operazione ha assunto una nuova denominazione proprio per dare risalto all’importante impegno delle donne e degli uomini del Corpo delle Capitanerie di porto anche nei contesti lacustri, divenuti tre a seguito della recente inaugurazione del presidio sul Lago di Como, che va ad aggiungersi a quelli esistenti sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore. Anche per la corrente stagione estiva, i comandi territoriali della Direzione Marittima di Ancona – diretti dall’Ammiraglio Ispettore (CP) Vincenzo Vitale - vedranno impegnati circa n. 400 (quattrocento) donne e uomini e n. 17 (diciassette) motovedette e mezzi navali minori a garantire lo svolgimento di ogni attivitĂ  balneare, turistica e produttiva in una cornice di legalitĂ  e sicurezza. Il compito primario della Guardia Costiera della regione Marche sarĂ  quello di coordinare le emergenze in mare attraverso l’impiego dei dispositivi di soccorso dipendenti, oltre al prezioso ausilio di ogni altro mezzo delle Istituzioni a vario titolo coinvolte, proprio al fine di garantire l’ordinato ed il sicuro svolgimento delle attivitĂ  nautiche e balneari lungo l’intero litorale della regione Marche, con l’obiettivo di salvaguardare la vita umana in mare e prevenire comportamenti imprudenti e pericolosi. In aggiunta alla richiamata finalitĂ  primaria, l’attivitĂ  estiva si prefigge di promuovere, incoraggiare e sostenere la "cultura del mare", e, piĂą in generale, il senso di responsabilitĂ  per la tutela dell’ecosistema e della biodiversitĂ  marina, con il congiunto auspicio di trasmettere la "cultura dell’autocontrollo", che si possa tradurre in un maggiore senso di responsabilitĂ  e di sicurezza, per vivere in modo sereno le proprie vacanze e per fruire altrettanto serenamente di ciò che offre l’ambiente che ci circonda. I Comandi territoriali della Direzione Marittima delle Marche, attraverso il dispiegamento sui litorali e negli specchi acquei di giurisdizione di pattuglie sia a terra che in mare, nella previsione giornaliera di impiego di n. 20 (venti) militari a bordo delle unitĂ  navali, n. 20 (venti) militari in servizio presso le Sale Operative e ulteriori n. 15 (quindici) unitĂ  impiegate nel pattugliamento del litorale regionale, perseguiranno l’ulteriore finalitĂ  di garantire il sereno ed ordinato svolgimento in sicurezza di tutte le attivitĂ  ludico – ricreative e commerciali a tutela di bagnanti e diportisti, tra le quali si annoverano la balneazione, le immersioni subacquee, le attivitĂ  di surf, windsurf e kitesurf. Inoltre, particolare attenzione sarĂ  posta al rispetto da parte dei diportisti dei limiti di navigazione in prossimitĂ  della costa e alla salvaguardia delle zone di mare riservate alla balneazione, nonchĂ© alle distanze minime di sicurezza dai segnalamenti dei subacquei per assicurare la corretta fruizione delle spiagge e del mare dei litorali marchigiani, dalla foce del fiume Tavollo presso Gabicce Mare (PU) sino a quella del fiume Tronto ricadente nel comune di San Benedetto del Tronto (AP). Nella corrente stagione estiva, i richiamati target saranno raggiunti contando sulla oramai consueta e consolidata sinergia di tutte le Amministrazioni comunali rivierasche nei molteplici ambiti di interazione tra le attivitĂ  turistico – balneari, con particolare riguardo alla sicurezza delle spiagge di libera fruizione, intesa come implementazione dei presidi di sicurezza balneare, della cartellonistica contenente le avvertenze previste, nonchè prestando la massima attenzione al corretto espletamento del servizio di assistente bagnanti per assicurare la compiuta disponibilitĂ  di apprestamenti e dotazioni previste dalle vigenti Ordinanze di sicurezza balneari. Nell’ambito delle attivitĂ  istituzionali svolte dal Corpo delle Capitanerie di porto, pari importanza sarĂ  accordata alla sicurezza della navigazione, attraverso l’effettuazione da parte dei mezzi navali della Direzione Marittima di Ancona di mirati e diffusi controlli alle dotazioni di bordo e alle certificazioni di sicurezza delle unitĂ  da diporto ed alla tutela dell’ambiente marino costiero da qualsivoglia fonte di inquinamento, nonchĂ© alla tutela della fauna marina. In questo senso, prosegue anche quest’anno l’iniziativa del "Bollino blu", parte integrante dell’Operazione Mare Sicuro, che permetterĂ  ai diportisti di vivere il mare con piĂą tranquillitĂ , evitando duplicazioni nei controlli in materia di sicurezza della navigazione. Le attivitĂ  si sostanzieranno nell’espletamento di un’intensa presenza, per vigilanza e controllo a terra ed a mare, mirata al rispetto dei provvedimenti normativi in materia di sicurezza della navigazione vigenti e consultabili sulle pagine web istituzionali dei comandi territoriali della Guardia Costiera della Regione Marche sino a livello di Ufficio Circondariale marittimo, con un’azione che sarĂ  orientata a non compromettere la serena fruizione del mare da parte di bagnanti e diportisti, ma interverrĂ  con severitĂ  e fermezza nei confronti di chiunque metta in atto comportamenti illeciti, suscettibili di ledere l’altrui incolumitĂ . L’Operazione di quest’anno, dunque, è sempre piĂą strumento di maggiore avvicinamento responsabile della variegata Utenza agli usi civici del mare, foriero di preservarne le preziose risorse con comportamenti virtuosi verso l’ecosistema, fonte per nulla inesauribile ed alla cui crescente consapevolezza guarda proprio in modo principale l’impegno estivo della Guardia Costiera. Tenere tale postura responsabile da parte dei vari utenti e turisti, in mare, sul litorale e lungo tutte le coste fruibili - con la sistemica presenza degli Operatori della Guardia Costiera che ne assicurano, anche a loro stimolo, prossimitĂ  e presenza assidua - significa, non stancandoci mai di ribadirlo, contribuire ad una serena stagione balneare per tutte le categorie di fruitori, tanto che dal mare traggono svago quanto che lì offrono servizi al turismo. Si rammenta, infine, l’importanza di conoscere il Numero Unico Europeo per le Emergenze 112 ed il Numero Blu 1530 per le emergenze in mare, completamente gratuito sull’intero territorio nazionale, che prevede la canalizzazione delle chiamate di soccorso direttamente alla Sala Operativa della Guardia Costiera competente per zona, nonchĂ© la possibilitĂ  di fugare eventuali dubbi e curiositĂ  attraverso la consultazione dei siti web della Guardia Costiera, ove poter consultare e attingere tutte le ordinanze di interesse. Data articolo: Fri, 14 Jun 2024 14:18:01 +0000
Trenitalia
Con Trenitalia direttamente su entrambi i lungomare di Senigallia, ora si può – VIDEO

Presentato oggi, mercoledì 12 giugno, il Senigallia Beach Link, il bus che permette di raggiungere il Lungomare Nord e Sud della Spiaggia di Velluto Bandiera blu per l’estate 24, Leggi tutto e commenta su SenigalliaNotizie.it Data articolo: Fri, 14 Jun 2024 14:09:20 +0000
malore
Cingoli, 72enne trovato privo di vita in un campo vicino casa

terreno agricolo, campo, coltivazione, campagna

Tragica scoperta nel territorio comunale di Cingoli durante la giornata di venerdì 14 giugno: un uomo di 72 anni ha infatti perso la vita, molto probabilmente a causa di un malore che non gli ha lasciato scampo. Il triste episodio si è verificato intorno in contrada Schito. L'anziano si era recato in un terreno agricolo situato a breve distanza dalla sua abitazione quando si sarebbe sentito male: intorno alle ore 13.00 suo figlio, allarmato per non averlo visto rincasare, si è messo sulle sue tracce, trovandolo poco dopo riverso a terra. A nulla è valso l'intervento sul posto da parte del personale sanitario del 118, che non ha potuto fare altro che accertare il decesso del 72enne. Data articolo: Fri, 14 Jun 2024 13:31:03 +0000
Recanati
Grandinata nel Fermano e nel Maceratese, ingenti i danni alle coltivazioni

Grandine

E dopo la calura, il nemico piĂą temuto. La grandine si è abbattuta nel primo pomeriggio di giovedì colpendo a macchia di leopardo e provocando danni soprattutto nelle province di Macerata e di Fermo. Subito gli uffici di zona della Coldiretti hanno avviato un primo monitoraggio della situazione. A Macerata sono stati colpiti ortaggi e cereali nelle zone di Recanati, Porto Potenza Picena e di Montelupone. Gli agricoltori sono molto preoccupati anche alla luce del fatto che quest'anno il raccolto di grano duro prometteva parecchio bene, rispetto alle annate in negativo delle passate campagne. In provincia di Fermo, invece, si registrano colture orticole distrutte a Porto Sant'Elpidio. Nel comune di Ponzano di Fermo, di Monte Vidon Corrado ci sono cereali allettati, girasoli danneggiati e vigne bombardate. Per ovviare a queste vere e proprie bombe d'acqua e di ghiaccio occorre rilanciare il sistema delle assicurazioni alle colture. Nelle Marche c'è appena appena il 7,4% della superficie agricola che è copertura da una polizza assicurativa: circa 1.600 aziende, di cui oltre il 28% in biologico. Tra le colture piĂą tutelate ci sono vino, grano duro e girasole.   da: Coldiretti Data articolo: Fri, 14 Jun 2024 13:21:00 +0000
Tribunale di Ancona
Spaccio di eroina e cocaina tra Ancona e la Romagna, donna di 34 anni in carcere

Questura di Ancona e volante, polizia, 113

Una pluripregiudicata italiana di 34 anni è stata rintracciata e arrestata nella mattinata di mercoledì 14 giugno dalla Polizia di Stato di Ancona: su di lei pendeva un ordine di carcerazione relativo a due episodi di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell'estate del 2018, la donna era finita in manette a Meldola, in provincia di Forlì-Cesena, insieme ad altri due pusher. Nella circostanza, le forze dell'ordine l'avevano trovata in possesso di 23 grammi di cocaina e del materiale per il confezionamento delle singole dosi. Tre anni più tardi, nell'ottobre del 2021, gli agenti della Squadra Mobile di Ancona avevano colto in flagrante la 34enne, sorpresa con 16 grammi di eroina. Dopo le sentenze emesse dai Tribunali di Forlì e Ancona, che hanno condannato complessivamente la spacciatrice a due anni e sei mesi di reclusione, la Procura della Repubblica del capoluogo dorico ha infine decretato il suo trasferimento in carcere. Data articolo: Fri, 14 Jun 2024 13:09:09 +0000
turisti
Attivate per l’estate dieci Postazioni Territoriali di Emergenza Sanitaria

La spiaggia di Senigallia. Foto di SenigalliaNotizie.it. All rights reserved

Saranno 10 le POTES turistiche, ovvero le postazioni territoriali di emergenza sanitaria, che verranno attivate per far fronte al flusso significativo di turisti che arriveranno nel periodo estivo nella nostra Regione. Lo stabilisce una delibera di Giunta adottata su proposta dell’assessorato alla Sanità. Il numero di postazioni risulta così potenziato rispetto allo scorso anno quando le POTES attivate furono 8. Si tratterà di 5 PoTES turistiche di tipo MSI (autista-soccorritore ed infermiere) e 5 di tipo MSB (autista-soccorritore e soccorritore): per la prima volta il servizio verrà attivato quest’anno anche nella località di Fiastra e nel territorio montano della provincia di Macerata, essendo importanti località di vacanza specie per turisti stranieri. Le PoTES, sulla base della ricognizione effettuata dall’Agenzia Regionale Sanitaria (ARS) con le Aziende Sanitarie Territoriali (AST), saranno così distribuite: -     dal 15 giugno al 15 settembre una PoTES turistica di tipologia MSl con copertura diurna e serale (fascia oraria 08-14 e 18-24, con eventuale estensione alla fascia 14-18) nel territorio di Gabicce Mare; -     dal 29 giugno al 1° settembre e nel fine settimana 07-08 settembre una PoTES turistica di tipologia MSl con copertura diurna (fascia oraria 10-20) nel territorio di Numana-Sirolo; -     dal 29 giugno al 1° settembre e nel fine settimana 07-08 settembre una PoTES turistica di tipologia MSB con copertura notturna (fascia oraria 20-08) nel territorio di Senigallia; -      dal 1° luglio al 31 agosto, nei giorni festivi e prefestivi, una PoTES turistica di tipologia MSl con copertura diurna (fascia oraria 10-18) nel territorio del Comune di Fiastra; -     dal 1° luglio al 31 agosto, nei giorni festivi e prefestivi, una PoTES turistica di tipologia MSI con copertura diurna (fascia oraria 10-18) nel territorio montano del maceratese; -     dal 1° luglio al 1° settembre due PoTES turistiche di tipologia MSB con copertura diurna (fascia oraria 10-18) nel territorio di Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio e una PoTES turistica di tipologia MSI con copertura diurna (fascia oraria 20-08) nel territorio di S. Elpidio a Mare; -     dal 1° luglio al 15 settembre due PoTES turistiche di tipologia MSB con copertura diurna (fascia oraria 10-18) nel territorio di Grottammare e Cupra Marittima. L’organizzazione dei servizi e la copertura dei costi rientrano nei budget assegnato alle AST. Potenziando le POTES nelle zone che registrano un afflusso significativo di turisti si vuole offrire un servizio non solo a chi sceglie le Marche come località di vacanza, ma anche ai residenti. Data articolo: Thu, 13 Jun 2024 16:49:04 +0000

Le notizie di tipo regionale e locale

News cronaca da ANSA e altri giornali online