NEWS - cronaca - NEWS - cronaca regionale locale


News cronaca palermo da livesicilia.it

News cronaca palermo da livesicilia.it

#cronaca #Palermo

tifosi palermo

PALERMO – A partire da mercoledì 25 maggio (ore 13.00) è stata aperta la vendita dei biglietti per assistere alla partita Palermo-Feralpisalò, match in programma domenica 29 maggio alle ore 20.30 allo stadio “Renzo Barbera”. La gara di ritorno in questione vale il pass per la finale playoff del campioanato di Serie C e il Palermo guidato da Silvio Baldini è ad un passo dal raggiungere il sogno.

Il match di andata contro i Leoni del Garda, infatti, ha visto trionfare Brunori&Co. allo stadio “Lino Turina” di Salò con il risultato finale di 3-0. La vittoria dei rosanero nel primo atto della Final Four ha contribuito all’enorme entusiasmo dei palermitani che ormai da diverse giornate sostengono il club del capoluogo siciliano sia in casa che intrasferta. Nell’ultima gara interna, contro la Virtus Entella, erano presenti 33.024 spettatori nell’impanto di Viale del Fante. Inoltre, in occasione del match di andata contro la Feralpi, giocato nel piccolo stadio bresciano appunto, il settore ospiti ha registrato il tutto esaurito.

L’obiettivo, adesso, è superare questo ennesimo record per spingere la compagine guidata dal tecnico toscano verso il sogno chiamato Serie B. In poco più di 24 ore dall’apertura della vendita dei ticket, infatti, è stato superato il numero di 29.500 tagliandi staccati. Dalle ore 10.00 di venerdì 27 maggio verranno messi in vendita anche i posti a sedere a visibilità ridotta (circa 1200) e i posti non acquistati tramite il diritto di prelazione da parte degli abbonati (oltre 1000). Palermo, ancora una volta, risponde presente a sostegno del club cittadino per conquistare l’obiettivo che ha riportato entusiasmo tra i tifosi rosanero: la possibile promozione in Serie B.

Articolo Il “Barbera” verso un altro record: quasi 30 mila biglietti venduti su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 16:35:53 +0000
cgil

PALERMO – “Vedere le immagini delle lavoratrici e dei lavoratori del call center di Ita costretti in questi giorni a mettere a repentaglio la propria stessa vita per attirare l’attenzione delle istituzioni sulla loro tragedia fa davvero impressione e rabbia. Ci chiediamo se nell’Italia del 2022 sia pensabile doversi barricare su un tetto per chiedere al Ministero del Lavoro di convocare il tavolo di crisi e mettere Ita Airwais, un’azienda pubblica, dinanzi alle sue responsabilità. Qui è in gioco sicuramente la dignità dei lavoratori ma anche, cosa non trascurabile, quella delle Istituzioni”. Così dichiarano, in una nota congiunta, il segretario confederale della Cgil, Emilio Miceli, e il segretario nazionale della Slc Cgil, Riccardo Saccone.

“Dopo la rottura del rapporto fra Covisian ed Ita Airways 521 lavoratori e le loro famiglie sono piombati in un incubo. Davvero – si chiedono i due dirigenti sindacali – il Ministero del Lavoro ritiene possibile che aziende, anche pubbliche, possano farsi beffe di accordi firmati con la mediazione ministeriale? Quanto ancora pensano le Istituzioni di far finta di nulla? Fin dove si vuole portare la rabbia e la disperazione delle lavoratrici e dei lavoratori? E se questa rabbia sfociasse in atti tragici chi si assumerà la responsabilità di tutto ciò?”.

“Come sindacato – proseguono Miceli e Saccone – siamo costantemente al fianco dei lavoratori di Palermo e Rende e riteniamo davvero non più sostenibile l’atteggiamento pilatesco del dicastero del Lavoro. Si convochi ad horas il tavolo ed ognuno si assuma le proprie responsabilità, a partire dal Presidente di Ita Airways, che durante tutta questa vicenda ha tenuto un atteggiamento irrispettoso nei confronti del Governo e non ha aiutato fin qui a trovare quelle soluzioni che dipendono direttamente da lui”.

Articolo Cgil: “Ministero del Lavoro convochi il tavolo con Ita” su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 16:15:33 +0000
roland garros

Si ferma al secondo turno del Roland Garros il tennista palermitano Marco Cecchinato. L’atleta azzurro è stato battuto dal polacco Hubert Hurkacz in tre set. Il numero 13 del ranking ATP si è imposto con il punteggio di 6-1, 6-4, 6-2.

Articolo Roland Garros, Cecchinato eliminato al secondo turno su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 15:19:36 +0000
investito da treno

PALERMO – Si trova ricoverato in rianimazione all’ospedale Civico di Palermo l’uomo di 59 anni, originario di Alcamo, investito ieri da un treno regionale nei pressi di Balestrate in provincia di Palermo. Nell’incidente l’uomo ha subito l’amputazione di un piede.

Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori della Polfer l’uomo, sordo muto, stava percorrendo il tratto nei pressi della linea ferrata e non ha sentito arrivare il treno che lo ha investito in pieno. A causa dell’impatto è stato sbalzato a circa 300 metri di distanza riportando diverse lesioni e ferite.

La scorsa notte non appena arrivato in ospedale con l’elisoccorso è stato operato. Le sue condizioni restano gravi. La prognosi è riservata.

Articolo Investito da un treno, ricoverato in rianimazione su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 15:04:17 +0000
sequestro tonno

SANTA FLAVIA (PA) – Nella notte tra il 25 ed il 26 maggio 2022, presso il comune di Santa Flavia, personale del Centro di Controllo Area Pesca della Guardia Costiera di Palermo ha effettuato un’attività di contrasto alla pesca illecita del tonno rosso. L’attività di monitoraggio svolta nei pressi dell’ambito portuale di Porticello, iniziata nel pomeriggio e protrattasi fino a notte fonda, ha consentito di individuare alcune unità da pesca intente a sbarcare illegalmente esemplari di Tonno Rosso.

I militari operanti, dopo aver seguito i movimenti di un furgone che poco prima aveva caricato prodotto ittico nel porto sopracitato, lo hanno seguito attraverso le strade interne del comune di Santa Flavia per poi procedere al fermo del mezzo ed alla conseguente ispezione a bordo. Al suo interno sono stati rinvenuti n.9 esemplari di tonno rosso, per un totale stimato di Kg. 1.250 il prodotto risultava privo della necessaria documentazione amministrativa e, pertanto, catturato e detenuto in modo illecito.

Al conduttore del veicolo è stata contestata la violazione dell’art. 11 comma 1 del D.lgs 04/2012 e comminata una sanzione amministrativa di € 2.667. Ulteriori sanzioni sono in corso di elevazione nei confronti dei pescherecci che hanno sbarcato gli esemplari di tonno rosso in assenza delle relative autorizzazioni.Gli stessi esemplari sono stati ritenuti idonei al consumo umano da parte del medico-veterinario dell’ASP di Palermo e successivamente consegnati in beneficenza al personale del ‘Banco Alimentare’ di Palermo.

Articolo Oltre mille chili di tonno catturato in modo illecito: scatta il sequestro su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 14:39:10 +0000
sassaiola

PALERMO – Nuovo danneggiamento ad un mezzo dell’Amat di Palermo, l’azienda che gestisce il trasporto urbano nel capoluogo siciliano: un sasso è lanciato contro un autobus della linea 304 in via Riccardo Casalaina nella zona del quartiere Villa Tasca. L’autista del mezzo ha chiamato la polizia e ha presentato denuncia.

Articolo Palermo, sassi contro un autobus: indaga la polizia su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 14:18:56 +0000
palermo 2022

PALERMO – “La questione generazionale è fondamentale per Palermo: sento dire ancora dai miei avversari che i giovani sono il futuro. Nulla di più falso: noi giovani siamo il presente – dichiara il candidato sindaco Fabrizio Ferrandelli al termine di un confronto tra candidati alla scuola Ascione di Borgo Nuovo a Palermo – .Bisogna creare opportunità immediate per fermare l’emorragia di chi va via per realizzarsi. Io ho idee precise e una delle 15 azioni del nostro programma, la più corposa è interamente dedicata ai giovani. Prevediamo: attivazione sportelli Informagiovani per veicolare opportunità di lavoro, stage, viaggi estero, workshop, promozione culturale e sportiva, volontariato, opportunità formative e orientamento, sconti e convenzioni, supporto a progettazione e apertura attività e guida a reperimento fondi”. 

“Nella Palermo che vogliamo realizzare – continua Ferrandelli – c’è anche un piano movida: il divertimento è un diritto! Destiniamo con incentivi tributari la Costa Sud alle attività di intrattenimento con sistema a rete di parcheggi, navette notturne e controlli per la sicurezza. Prevediamo l’utilizzo di task force e fondi nazionali per edilizia scolastica, lotta alla povertà educativa e tramite apertura delle scuole no stop per attività culturali, sportive, musicali e di potenziamento formativo pomeridiane e serali tramite i PUC”. 

“Spiace constatare – conclude Ferrandelli – ancora una volta l’assenza di Lagalla, che, evidentemente, dopo aver perso tutti i confronti con me si è rinchiuso nel suo camper a cercare le strade per non perdersi nei quartieri periferici che non ha mai visitato e che non conosce. Questa assenza è ancora più pesante perché è uno schiaffo arrogante a tutti i giovani”.

Articolo Ferrandelli: “Lagalla dopo aver perso si assenta dai dibattiti” su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 13:12:14 +0000
rap

PALERMO – Il Comune di Palermo e la Rap tornano a fare i conti con i problemi all’impianto di Bellolampo che è vicino alla saturazione. L’Amministratore unico della società partecipata, Girolamo Caruso, torna ad ipotizzare la chiusura della struttura e questa creerebbe tantissimi problemi alla città intera. La Rap da anni attende che vengano avviati i lavori per la realizzazione della settimana vasca.

Lo stop al conferimento in discarica potrebbe arrivare la prossima settimana, ad annunciarlo è Caruso che attende “venga emessa una specifica ordinanza o di protezione civile o da articolo 191 del Testo Unico Ambiente. Ciò al fine di avere semaforo verde per abbancare in quarta vasca i rifiuti provenienti da Palermo“.

Ma non solo, l’azienda attende anche “la delibera di Giunta necessaria per definire la transazione notarile con la curatela ex Amia. Così da poter procedere all’abbancamento in terza bis, al momento interdetta dal Direttore Generale del dipartimento Regionale Rifiuti, attesa la mancanza della suddetta transazione. Qualora non si proceda in questa direzione, considerato che l’Azienda RAP ha percorso ogni strada possibile e che nessuna alternativa è oggi percorribile, si procederà alla chiusura di Bellolampo dandone comunicazione al Prefetto e a tutte le autorità preposte“.

Il Comune rassicura

Da parte dell’Amministrazione comunale c’è tranquillità sulla questione e l’assessore Sergio Marino ha rassicurato sul fatto che si “sta procedendo alla stesura della delibera“, quindi non dovrebbero esserci sorprese per i cittadini che potrebbero ritrovarsi con la spazzatura per strada.

Articolo Bellolampo a rischio collasso, da Rap l’allarme e la minaccia di chiusura su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 13:05:42 +0000
piano opere triennali

PALERMO – “L’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche, ripetutamente richiesta dai nostri gruppi consiliari, rappresenta un atto di giustizia per la nostra città”. Lo dicono i consiglieri e le consigliere di Avanti Insieme, Movimento 5 Stelle, PD e Sinistra Comune annunciando il voto favorevole di Sala delle lapidi all’atto che riguarda il triennio 2021/2023.

“Finalmente infatti si potrà procedere con l’affidamento delle gare per il recupero e la realizzazione di numerose opere essenziali tra cui gli asili nido Galante, Mimosa, Domino, Brancaccio, il plesso Tommaselli, l’illuminazione pubblica in gran parte della città, la riforestazione della riserva di Monte Pellegrino, gli interventi nella piscina comunale, il baglio Mercadante allo Zen, il centro sociale allo Sperone e la riqualificazione della Costa dell’Addaura e di Barcarello”, proseguono.

“L’esito favorevole della votazione conferma l’efficacia e la necessità della nostra battaglia dei mesi scorsi, culminata con l’occupazione dell’aula consiliare stessa. Anche l’approvazione delle linee A B C del tram dimostra che la propaganda contro questa opera pubblica, fomentata con le più svariate argomentazioni populiste, era priva di fondamento. La maggior parte dei consiglieri comunali oggi ha finalmente compiuto un atto di responsabilità, evitando lo spreco di milioni di euro già stanziati e permettendo che anche Palermo completi il percorso di mobilità sostenibile già avviato. Tutta la città, dalle periferie al centro, sarà finalmente collegata e raggiungibile, come accade nelle altre metropoli europee”, concludono.

“Esprimo grande apprezzamento all’assessora Maria Prestigiacomo e alla struttura tecnica per l’ottimo lavoro svolto. – dice il sindaco Leoluca Orlando – L’approvazione, purtroppo con grande e ingiustificato ritardo, del Piano triennale delle opere pubbliche senza alcun emendamento – questo conferma la pretestuosità delle opposizioni in questi mesi che hanno danneggiato l’economia della città – conferma la visione di città da parte dell’amministrazione comunale e la concreta prospettiva per il futuro di Palermo”.

“Si tratta – prosegue il sindaco di Palermo – di oltre 500 milioni di investimenti destinati a cambiare ulteriormente il volto della città e a confermare un percorso di riqualificazione urbana dal più piccolo al più grande degli interventi: dagli asili nido nei quartieri Danisinni e Sperone alla realizzazione di altre linee di tram che interessano il centro città superando le distanze tra centro e periferia urbana, collegandosi alle quattro già in esercizio da cinque anni”, prosegue.

Gelarda: “Letto cose assurde sull’approvazione del Piano”

“Ho letto delle cose assurde relativamente alla approvazione del Piano Triennale delle opere pubbliche di oggi – dichiara Igor Gelarda capogruppo di Prima l’Italia -. Come gruppo Prima l’Italia, noi abbiamo votato a favore dell’emendamento che prevedeva l’eliminazione della linea A perché la riteniamo inutile e dannosa. Successivamente ci siamo astenuti ma siamo rimasti in aula durante il voto sul piano triennale, perché se il piano non fosse stato approvato avremmo perso un altro anno per spendere soldi per importanti e urgenti lavori da fare in quattro scuole palermitane. E sarebbe stato uno scempio in una città già fortemente carente di strutture scolastiche decenti. Tutto il resto è fuffa. Per quanto riguarda il tram, non partirà nessun bando per il semplice motivo che l’amministrazione comunale non ha ancora i progetti validati. Motivo per cui sarà il prossimo sindaco, che verrà eletto tra meno di un mese, a stabilire se e come le linea del tram che aveva immaginato la precedente amministrazione comunale potranno essere realizzate. Quello di cantare vittoria dicendo che verrà realizzata una linea tram inutile e dannosa, come quello di via Roma-Libertà è l’estremo tentativo di farsi campagna elettorale da parte della Premiata ditta Catania & c, che hanno fatto diventare Palermo la città più trafficata d’Italia”.

Miceli: “Ottima notizia l’approvazione. Sono numerose le opere che potranno essere portate avanti”

“È un’ottima notizia per Palermo quella relativa all’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche. Il voto favorevole da parte dell’intera coalizione che mi sostiene è un segno importante di compattezza”. Lo dice il candidato dei progressisti a sindaco di Palermo Franco Miceli. “Sono numerose le opere che adesso potranno essere portate avanti: la città si appresta a diventare più inclusiva, funzionale e moderna grazie a tutta una serie di interventi che, dal centro alle periferie, andranno a migliorare la qualità della vita di tutti e tutte incidendo anche nel settore turistico e ambientale: parlo per esempio dell’impatto sociale dei nuovi asili nido previsti in tanti quartieri, della mobilità sostenibile che si attiverà grazie ai collegamenti del tram e del rimboschimento di monte Pellegrino, ma non solo. Nel piano rientra il recupero di strutture che saranno spazi di importanza vitale per il tessuto sociale di Zen e Sperone”, prosegue Miceli riferendosi al baglio Mercadante che si trova allo Zen e al centro sociale dello Sperone. “Inoltre, sprecare diversi milioni di euro già stanziati o far perdere ulteriore tempo sarebbe stato irresponsabile: invece il voto favorevole da parte della coalizione che mi sostiene è un ottimo e importante segno di compattezza”, continua. “Insieme porteremo avanti i cantieri con il coordinamento di una authority che costituiremo già nei primi 100 giorni in modo che possa vigilare e coordinare i lavori per assicurarne la realizzazione in tempi certi e la piena trasparenza”. E conclude: “occorre mettere le opere e soprattutto i fondi al sicuro da costituendi comitati d’affari”.

Caronia: “Alcuni voltafaccia hanno votato a favore”

“Ancora un voltafaccia da parte di alcuni consiglieri comunali, che dopo aver votato per la bocciatura del Tram in via libertà oggi invece hanno votato a favore. Per pochi voti non siamo riusciti a far cancellare la linea A del tram, quella che se realizzata stravolgerà del tutto la fisionomia del centro cittadino, rendendo ancora più caotico il già pazzesco traffico. Ho sempre sostenuto che per Palermo serve una soluzione pratica, ecologica e sostenibile e non una imposizione ideologica come quella voluta dal duo Catania-Orlando”. Lo dice Marianna Caronia dopo il voto di oggi in Consiglio comunale sul Piano triennale delle opere pubbliche. “In centro serve una rete di bus elettrici ad impatto zero che si muovano in modo agile e veloce (e che costano molto meno del tram), mentre verso le periferie come Bonagia e lo Zen è giusto che si realizzino le linee tramviarie. E’ una battaglia che proseguirò nel prossimo Consiglio comunale per una vera mobilità sostenibile nella nostra città” aggiunge.

UIL: “Ora proceda spedito verso i principali obiettivi”

“Il tanto atteso piano triennale delle opere pubbliche deve adesso correre spedito verso i suoi principali obiettivi, realizzare progetti strategici dal punto di vista infrastrutturale, sul fronte del sistema scolastico con gli asili nido, della vivibilità della città, con ad esempio l’impianto di illuminazione, e con tutti i lavori previsti nelle periferie che finora sono state abbandonate”. Così il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana commenta l’approvazione del Piano triennale delle opere pubbliche in consiglio comunale a Palermo.

CGIL: “Un passo avanti, consente di mandare avanti l’iter di pubblicazione per opere importanti”

“E’ un passo avanti, perchè consente di mandare avanti l’iter di pubblicazione delle gare per alcune opere importanti per la riqualificazione della città ma non ancora sufficiente se non è accompagnato dall’approvazione del bilancio. Auspichiamo che possa essere emanato un provvedimento legislativo che consenta di spostare in avanti la data di approvazione del documento finanziario del Comune di Palermo”. Così dichiara il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo a proposito dell’approvazione in Consiglio comunale del Piano triennale Opere pubbliche. “Certamente si tratta di un fatto importante, di una buona notizia per la città, che arriva in extremis dopo tanti appelli e grande preoccupazione, un atto propedeutico all’approvazione del bilancio che consentirà di garantire la copertura finanziarie alle opere previste, utili per i cittadini e con ricadute importanti sul piano occupazionale”. 

Articolo Ok al Piano delle opere pubbliche, 500 milioni di investimenti su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 12:06:06 +0000
elezioni palermo
lagalla

PALERMO – “Tra qualche settimana festeggeremo la nostra Santuzza. Dopo due anni di assenza, Palermo e Santa Rosalia avranno il loro Festino. È l’impegno solenne che prendo con tutti voi, qui davanti al santuario di Monte Pellegrino. Cominceremo a lavorarci fin da subito”. Così su Facebook il candidato sindaco di Palermo del centrodestra Roberto Lagalla.

“Ma – prosegue – ho l’obbligo di informarvi sullo stato dell’arte: gli attuali inquilini di Palazzo delle Aquile non hanno ancora mosso un dito. Non c’è nulla di organizzato. Non hanno stanziato un euro. Forse, perché sanno che non saliranno più sul carro. Il lascito della sinistra alla città: zero soldi per Santa Rosalia”.

“Appena insediato – sottolinea Lagalla – è mia intenzione spulciare le carte contabili per mobilitare una somma adeguata, così da restituire la Santatuzza alla sua città. Palermo avrà il suo Festino, e lo realizzeremo di concerto con la Diocesi e le realtà culturali”.

“Ma da persone serie quali siamo – prosegue – cominceremo a programmare fin dal 15 luglio quello dell’anno prossimo. L’idea è di lanciare un bando rivolto a tutte le facoltà di architettura d’Europa per la realizzazione del nuovo carro e delle luminarie. Un concorso di idee. Metteremo in concorrenza l’ingegno, il senso estetico e artistico dei giovani architetti d’Europa”.

“Non solo. Serve volgere lo sguardo anche più il là. L’obiettivo è creare la Fondazione Festino di Palermo e gestione grandi eventi per arrivare pronti, attraverso una seria e rigorosa programmazione, al 400esimo anniversario della festa di Santa Rosalia e farlo diventare il più importante della nostra storia. Il Festino dei festini”, conclude.

Articolo Palermo, la promessa Fb di Lagalla: la città riavrà il suo Festino su Live Sicilia.



Data articolo: Thu, 26 May 2022 11:38:53 +0000

Le notizie di tipo regionale e locale

News cronaca da ANSA